OpenPuglia al lavoro sui luoghi della cultura. Il primo incontro a Bari

open puglia

Lo scorso 18 dicembre si è svolto al Politecnico di  Bari il primo di una serie di incontri targati OpenPuglia organizzato assieme a Wikimedia Italia e Stati Generali dell’Innovazione e dedicati ai Luoghi della Cultura. L’idea alla base di questa serie di eventi che OpenPuglia vuole portare in giro per la Regione è quella di migliorare e arricchire i dati già disponibili sui luoghi noti e meno noti che rivestono un valore dal punto di vista culturale e che possono essere di interesse per i visitatori di quel particolare territorio. Tutto ciò in modalità “crowdsourcing”, ossia coinvolgendo direttamente i cittadini che vivono e che conoscono quel determinato territorio.

 

Dati Aperti e Luoghi della Cultura sono infatti un binomio particolarmente efficace in termini di partecipazione e di potenzialità del crowdsourcing. I Luoghi della Cultura e più in generale i luoghi che possono essere di interesse per chi si trova a visitare un determinato luogo sono infatti “noti” innanzitutto a chi li abita, a prescindere dal fatto di essere un esperto, uno studioso o più in generale un addetto ai lavori.

Le istituzioni censiscono e documentano solamente in parte quello che è la potenziale offerta di luoghi di interesse culturale di un territorio. In realtà i luoghi di interesse sono molti di più. OpenPuglia intende con le proprie iniziative andare a scoprire e documentare questi luoghi meno noti coinvolgendo direttamente cittadini, docenti, scuole e associazioni del posto.

Il risultato sarà un dataset che verrà arricchito man mano che eventi come quello di Bari verranno portati in altri luoghi della Puglia. Il dataset diventerà così non solo un’utile base di partenza per la mappatura in OpenStreetMap ma anche per la creazione di nuove voci su Wikipedia, l’enciclopedia libera.

In particolare, durante l’evento non solo si è parlato del progetto OpenPuglia di creazione del dataset del Luoghi della Cultura della Regione, ma è stato fatto un approfondimento su come utilizzare Wikidata per poter condividere in modo strutturato su Wikipedia l’informazione su ogni singolo luogo della cultura inserito.

 

Il punto di partenza sono stati due dataset istituzionali: il DB Unico MiBACT e quello del portale Viaggiare in Puglia a cura dell’Assessorato alla Cultura, Mediterraneo e Turismo della Regione Puglia. I partecipanti hanno utilizzato il dataset che ne abbiamo derivato, in parte già armonizzato, per alimentare Wikidata o per verificare ed inserire informazioni errate o mancanti nei diversi campi, aggiungendo anche record relativi ai luoghi di interesse non registrati dai dataset istituzionali.

L’importanza strategica di questo tipo di informazione  è stata anche sancita dall’Agenda per la valorizzazione del Patrimonio Informativo Pubblico, dove il dataset sulle schede anagrafiche degli eventi e dei luoghi della cultura viene elencato tra i dataset chiave da rilasciare.

 

Ringraziamo Simone Cortesi, vice-presidente di Wikimedia Italia e Paola Liliana Buttiglione, referente Wikidata per la Puglia e membro dello staff OpenPuglia per aver sostenuto questo primo evento, Simonetta Montonato per i preziosi contributi dati sulla classificazione dei Luoghi della Cultura, Guenter Richter per la visualizzazione del dataset, Paola Marzocca per  i contatti con Innovapuglia e la Regione, Luigi Santangelo per i patrocini del Comune di Bari e della Regione Puglia, Tommaso Di Noia per il supporto e l’ospitalità presso il Politecnico di Bari, Ilaria Vitellio per la presentazione della mappa alternativa della città di Napoli, Ludovico Fontana per l’articolo sul Corriere del Mezzogiorno e poi: Adriano Peluso, Marco Fago, Giuseppe Zileni, Azzurra Ragone, Giuseppe Cavallo, Bertalan Ivan, Nicola Bellantuono e i tanti che hanno partecipato e dato il proprio contributo per la riuscita dell’evento. Ringraziamo infine Massimo Zotti per il gran lavoro di organizzazione dell'evento e coordinamento della comunicazione Open Puglia e Vincenzo Patruno per tutto il resto.

 

Abbiamo appena iniziato il lavoro sul dataset dei Luoghi della Cultura della nostra regione. Continueremo a verificarne l’attendibilità e ad arricchirlo in prossimi incontri di cui daremo notizia sempre su questo blog e in mailing list, dove se volete potete seguirci e scrivere per fare segnalazioni su Luoghi della Cultura mancanti, inviando le informazioni utili alla compilazione dei nuovi record.

 

Redazione OpenPuglia